Premessa

Nel 2001 , in Provincia di Salerno il termine lambretta era ormai dimenticato da tutti. Con la scomparsa del marchio innocenti fine 60 e inizio anni 70 gran parte dei Salernitani, cosi’ come in gran parte delle provincie della regione Campania . Si dimenticava e si abbandonava uno dei mezzi di locomozione piu’ economici e allo stesso tempo rivoluzionari degli anni dell’inizio dopo guerra. I nostri nonni ricordano ancora la lambretta per cio’ che e’ stato. Attraverso i loro racconti, abbiamo dedotto che e’ stato una parte del popolo italiano . E’ stato un mezzo di grandi doti ,ma ha risolto in quel tempo il problema locomozione e ha uniformato in piccole linee quell’ elevata disparita’ tra borghesia e il popolino. nel 2001 Dopo anni di silenzio, anni in cui tutto sembrava scomparso ,tutto era cosi incredibilmente nascosto e tutto sembrava riemergere dal caso. Gianpiero cola , un giovane che in quegli anni non aveva ancora in mente cosa fosse una lambretta cominciava a scoprire che la linea modesta e semplice della lambretta fossero a dir lunga piu’ affascinanti di quelle forme ormai fissate della vespa.

In tutto l’arco del 2001 e inizio 2002 la Lambretta era una rarita’ nel salernitano, forse perche’ ormai non se ne sentiva parlare dal lontano 70. La gente di oggi non voleva e non conosceva il passato attraverso un mezzo che ha fatto al storia negli anni. La volonta’ di rispolverare qualcosa del passato, ma soprattutto di riaccendere attraverso la sola visione di una lambretta cio’ che il passato aveva dimenticato , suscito’ in Gianpiero l’idea di rappresentare in quella lambretta un punto di aggregazione , per farsi che i racconti del passano potessero essere tramandati a noi giovani del presente e che cio’ che un tempo e’ stato meta e gioia e sacrificio di tanti ,oggi rappresenta un piccolo sogno ,o meglio un piccolo gioco. Cosi verso la meta’ del 2003 grazie all’incontro di alcuni componenti ,Andrea che oggi nel lambretta club rappresenta la Vice Presidenza , e altri che oggi sono e continuano a essere l’organigramma , fondarono il Lambretta club Campania attraverso tale associazione si e’ azionato un meccanismo cosi ben articolato da rendere il passato piu’ vivo che mai...

La storia di una lunga passione attraverso il mito della Lambretta

Il movimento lambretta risale al 1958 nella Provincia ove oggi ha sede il club regionale del lambretta club Campania . In quegli anni con il passaggio dal vecchio commissionario alla nuova forza di giovani i fratelli (nonche’ gemelli ) jannone si inizio’ a delineare un diverso pensiero circa l’associazione al club.Cosi come per i Vespa Club , si affianco’ quello della lambretta a livello Provinciale, tanto da portare nel 1962 a organizzare il 1 raduno nazionale del lambretta club Italia citta’ di Salerno presieduto dall’allora presidente avv. Nunziante .
II Lambretta Club SALERNO svolse innumerevoli manifestazioni , ne sono la prova le foto dell’epoca .Dalla Festa della Befana del VIGILE a esposizioni e quant’altro. Qualche anno prima la fine dell’innocenti anche il Lambretta club Salerno scomparse , per poi rinascere attraverso la Passione di alcuni lambrettisti di fuori Provincia.
Solo nel 2003 dopo un lungo lavoro di ricucitura ,tra le persone ormai lontane, quelle scomparse , siamo riusciti a far si che oggi il lambretta club non piu’ Salerno ma lambretta club Campania continui ad esistere, tanto da diventare nel 2007 club regionale affiliato alla grande Famiglia del lambretta club Italia ,il cui presidente e’ Gianpiero Cola , membro del consiglio direttivo del Lambretta club Italia.
Ringrazio coloro che negli anni hanno alimentato questa passione ,ma soprattutto ringrazio Jannone per aver concesso a noi di preservare la sua vita attraverso i suoi ricordi e le foto dell’epoca .Un grazie caloroso va anche l’Avvocato Nunziante che ha permesso di acquisire il club un tempo da lui presieduto .Grazie di cuore a tutti i membri del Lambretta club Italia e al Presidente Nazionale Avv Leo Schiavo che hanno ridato al club di Salerno il giusto valore sociale oggi la vita sociale del lambretta club continua attraverso i raduni e manifestazioni alimentano questa passione.

Direttivo

Gianpiero Cola
Presidente Lambretta Club Campania
Presidente Nazionale Lambretta Club Italia.

Gianluigi Cola
Vicepresidente Lambretta Club Campania.

Greco Valerio
Vicepresidente

Voza Sara
Segretario, Tesoriere

Mancano Gerardo
Consigliere Agro Nocerino

Greco Valerio
Consigliere Cilento

Rinaldi Luigi
Consigliere Monti Picentini

Vicidomini Domenico
Consigliere Penisola Sorrentina

De Cristoro Antonio
Consigliere Giffoni Valle Piana

D'Agrosa Ciro
Consigliere Atena Lucana

Cupersito Giovanni
Consigliere Palomonte

Landi Andrea, Baccari Gennaro, Astore Emanuele
Tecnici Revisori

Landi Andrea
Responsabili Pratiche Registro Storico Lambretta

Gatto Costabile
Responsabile Pratiche Registro Storico FMI

Baldassarre Vecchione
Responsabile Pratiche Registro Storico ASI